VADEMECUM - ASSOCIAZIONE QUA LA ZAMPA

Vai ai contenuti

Menu principale:

VADEMECUM

Il Regolamento sulla tutela degli animali di affezione



Il Regolamento sulla tutela degli animali di affezione,vigente presso il Comune di Castelfidardo, è stato approvato nel 2006. Per il testo integrale  cliccare nell'immagine


Il CANE deve essere iscritto all 'anagrafe canina della propria Asur di residenza con il microchip: è un obbligo di legge, sanzionabile se disatteso.
Nato per contrastare il fenomeno dell'abbandono di animali domestici,che per il nostro codice penale è REATO, il microchip:
-favorisce il ritrovamento di cani smarriti,indicando il proprietario e la sua residenza;
- costituisce una garanzia: in caso di furto o rapimento il cane microchippato non è rivendibile.
Il microchip  è  un dispositivo piccolissimo,inserito sottocute ,senza anestesia, che fornisce un codice numerico:  decifrato da un apposito lettore, in dotazione ai veterinari -canili- Asur, consente di risalire al nome e alla residenza del proprietario. Non è un GPS e sostituisce il vecchio tatuaggio.
è applicabile da:
-  un qualsiasi veterinario abilitato a inserirlo,sito nella propria regione di residenza,
-dai servizi Veterinari della propria Asur di appartenenza;entro i primi mesi di vita del cane o i primi 15 gg dal suo possesso.
Il costo è di circa 28 euro e la persona intestataria del cane deve essere maggiorenne.
Per il GATTO, il microchip non è obbligatorio:in caso di viaggi all'estero è però indispensabile per poter ottenere il passaporto europeo.E' comunque consigliato soprattutto se si ha un gatto non sterilizzato che tende a scappare: con il chip aumentano le possibilità di ritrovarlo.
I proprietari di cani sono inoltre obbligati a segnalare al servizio veterinario della Asur di appartenenza:
-la loro morte entro 2/3gg con certificato di decesso stilato dal veterinario;
-il loro smarrimento;
-il loro eventuale trasferimento ad altro proprietario,tramite compilazione di un apposito modulo di entrambe le parti.



La legge, che disciplina la permanenza degli animali in appartamento,  la 220/2012 del codice civile, aggiornata nel '13 ( art. 16)  parla chiaro;
"Le  norme del regolamento condominiale non possono vietare di possedere e detenere animali da compagnia in appartamento." e autorizza inoltre l'utilizzo delle parti condominiali comuni:ascensore,androne,scale,cortile,portico,ecc.(diritti del proprietario).
Quanto ai doveri  è fondamentale educare l 'animale a una condotta rispettosa degli spazi comuni, osservare le regole di civile convivenza e rispetto degli altri  condomini:l'animale non può essere lasciato libero nelle parti comuni,recare danni,emanare cattivi odori,emettere in continuazione rumori molesti(abbaiare incessantemente,p.e.).
Nel contratto d'affitto,il locatario può inserire una clausola di divieto di detenzione di animali da compagnia nel proprio appartamento:se sottoscritto,diventa vincolante.
La legge ha efficacia dalla sua entrata in vigore, non ha valore retroattivo: se c è un regolamento condominiale che vieta animali domestici ed è anteriore al 28/06/2013,non si può far nulla.
Quanto alle colonie feline :chi,nel condominio,non gradisce la loro presenza,non può attuare iniziative repressive, qualsiasi   allontanamento coatto è considerato forma di maltrattamento;diversi sono invece gli interventi per comprovate motivazioni di carattere igienico-sanitario.



I cani nelle aree urbane e nei luoghi pubblici devono essere tenuti a guinzaglio con lunghezza non superiore a un metro e mezzo.
Il proprietario deve sempre avere con sé una museruola,utilizzabile in particolari situazioni  di rischio o su richiesta dell'autorità competente, paletta e sacchetti per raccogliere le deiezioni.
Nelle apposite aree cani, il nostro amico a 4 zampe può essere lasciato senza guinzaglio.


Le colinie feline



La colonia felina è un gruppo di  gatti liberi che vivono stabilmente in un territorio,pubblico o privato,urbano e non.
È tutelata dal Comune del territorio..La locale Asur provvede alla sterilizzazione chirurgica e  successiva reimmissione  nella colonia di provenienza,avvalendosi della collaborazione dei gattai/gattaie e delle associazioni animaliste locali.
La colonia deve essere censita dal Servizio Veterinario Asur competente per territorio e il numero dei gatti va aggiornato.
Chi intende accudire una colonia felina deve farne richiesta all'ufficio comunale, tramite apposito modulo,  che trasmette la richiesta di registrazione al competente Servizio Veterinario Asur. Sarà quest'ultimo ,previa verifica, a rilasciare ufficiale attestazione di status di colonia felina.




-Cercalo immediatamente:il cane può percorrere, in poche ore, vari km,essere investito o causare incidenti;
-recati periodicamente nel punto dove lo hai perso:può ritornare lì;
-tappezza la zona interessata di volantini con  foto , descrizione dettagliata,  
cellulare :gli altrui avvistamenti possono orientare  la tua ricerca;
-denuncia tempestivamente lo smarrimento al servizio veterinario dell'Asur competente per territorio e ai vigili urbani; se lo ritrovi aggiornali.
Nel nostro territorio è attivo il   Biagio'sgroup- Amici in fuga Marche (071-9256386), un'associazione di volontari che  si occupano di ricerca,recupero,salvaguardia di animali vaganti.



In caso di imminente e reale pericolo di vita per l'animale contatta immediatamente le forze dell'ordine,obbligate ad intervenire:
-carabinieri:112;
-polizia:113;
-guardia forestale:1515;
-guardia di finanza :117;
-polizia municipale locale.
Chi maltratta un animale è punibile per legge:raccogli quanto più materiale possibile( foto,video)e sporgi denuncia.
Se l 'animale è   detenuto in ambienti non idonei collegati a www.oipa.org, (Organizzazione Internazionale Protezione Animali),clicca segnalazioni,seleziona la prov, compila il modulo apposito:è garantito l'anonimato.
In caso di animali,sfruttati per accattonaggio, contatta le forze dell'ordine o segnala all'Oipa.
In caso di foto o video di maltrattamenti in internet, segnala il materiale e la fonte alla polizia postale senza condividerlo.




Il soccorso ad animali feriti è obbligo di legge:se trovi un cane o un gatto ferito, senza proprietario,cerca di avvicinarlo con cautela e calma e contatta il servizio veterinario dell'Asur di competenza territoriale : questo servizio deve avere reperibilità notturna e festiva ed è obbligato ad intervenire: il  mancato intervento è denunciabile, perchè si tratta di un pubblico servizio.
Se si tratta di un animale selvatico, contatta la Polizia Provinciale.




Se trovi un cane o gatto vagante( non ferito):
-agisci con calma e prudenza per non spaventarlo e controlla se ha la medaglietta;
-se sprovvisto,  cerca di metterlo in sicurezza e contatta la Polizia Municipale locale( i vigili urbani) : è obbligata ad   intervenire, coordinandosi con l'Asur competente;se non riesci a contattarla,chiama pure il 112 o il 113.
-nel caso si tratti di  un gatto cerca di appurare se sia realmente smarrito/abbandonato oppure sia membro di una colonia felina,chiedendo informazioni  a chi abita lì.
Puoi segnalare inoltre l'animale al Biagio's group al 071-9256386,associazione di volontariato che si occupa della ricerca e salvaguardia di animali smarriti.




E' stata attivata dalla Croce Gialla di Ancona il servizio di ambulanza veterinaria, operativo per la città di Ancona, dalle 8 alle 20, al 071-5015. Il costo è un simbolico rimborso spese.A bordo del mezzo potranno essere trasportati cani/gatti in sicurezza : il servizio potrà essere di aiuto soprattutto agli anziani che non riescono a portare a portare con mezzi propri il nostro amico peloso.




 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu